Immersi nella fase 2 post lockdown, come di consueto altra domenica impegnati nella lettura delle nuove disposizioni del Governo e delle Regioni. Si riducono le incertezza grazie a nuovi interventi.

Qui trovate il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17 maggio 2020

https://web.tresorit.com/l/ETqMI#qjbi79_glWruzPTrbx81dw

Qui sotto riportiamo i Protocolli condivisi specifici per settore anche grazie all’intervento della Conferenza Stato-Regioni

https://web.tresorit.com/l/nWAFr#JaWZy1CI_1bMBLVjVviPHA

l’ordinanza della regione Friuli Venezia Giulia

https://web.tresorit.com/l/BsL8h#AJWeA2Q0pCraszfzvUfOxw

e della regione Veneto

https://web.tresorit.com/l/R3WKT#Ce8rxrh_q7G92KWTwt0Wwg

L’art.41 decreto liquidita’ d.l. n.23/2020 pubblicato in GU dd.08/04/2020 colma la grave criticità del  decreto Cura Italia ed estende la possibilità di richiedere ammortizzatori sociali speciali causale COVID19 anche per gli assunti dal 23 febbraio al 17marzo, eliminando l’imposta di bollo per le domande di Cassa in Deroga

Nella Circolare del Ministero Lavoro n.8/2020 si definiscono gli ultimi tasselli della disciplina degli ammortizzatori sociali speciali causale COVID19 che a questo punto è quasi completa ma non priva di criticità

https://www.cliclavoro.gov.it/Normative/Circolare_8_aprile_2020_Ammortizzatori_Rapporti_di_lavoro.pdf