La #Cassazione, Sez. Lavoro, 26 settembre 2019, n. 24100, ha ritenuto che per i contratti di #collaborazioniaprogetto illegittimi possano trovare applicazione le #sanzioni economiche indennitarie contenute nell’art.32, co.5, l. n.183/2010 a due condizioni

  1. natura a #tempodeterminato del #contrattolavoro;
  2. la presenza di un fenomeno di #conversionerapporto.

http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snciv&id=./20190926/snciv@sL0@a2019@n24100@tS.clean.pdf

La Corte Costituzionale 21 febbraio 2019 n.20 ha dichiarato l’illegittimità art. 14, comma 1bis d. lgs. 14 marzo 2013, n. 33 (Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni), nella parte in cui prevede che le pubbliche amministrazioni pubblichino i dati di cui all’art. 14, comma 1, lett.f), dello stesso decreto legislativo anche per tutti i titolari di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, ivi inclusi quelli conferiti discrezionalmente dall’organo di indirizzo politico senza procedure pubbliche di selezione, anziché solo per i titolari degli incarichi dirigenziali previsti dall’art. 19, commi 3 e 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 (Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche) https://www.cortecostituzionale.it/actionSchedaPronuncia.do?anno=2019&numero=20